Vai direttamente ai contenuti della pagina

Le ragioni dell'attesa

Il prolungarsi del tempo di realizzazione dell’adozione ha così dato luogo a una nuova fase nell’iter(1) non contemplata dalla normativa. Tale fase è stata definita “periodo dell’attesa”, enunciato con il quale si vuole indicare il tempo che trascorre dal momento del conferimento incarico ad un ente autorizzato fino all’incontro con il bambino e al suo ingresso in Italia. Le cause del dilatarsi dei tempi dell’attesa sono molteplici e variabili(2) ed è impresa ardua fare una previsione dei tempi(1); tra le più importanti cause ricordiamo il progressivo incremento di coppie italiane disponibili ad adottare un bambino proveniente dall’estero ed il fatto che numerosi Paesi di origine hanno dato notevole impulso all’adozione nazionale con la conseguenza che i bambini disponibili per l’adozione internazionale sono progressivamente più grandi, con storie particolarmente difficili e con problemi di salute(1). Tutto ciò rende più complesso e meno probabile l’incontro tra le aspettative e la disponibilità della coppia e il bambino reale in stato di abbandono e contribuisce a prolungare i tempi del cammino dell’adozione.

Allegati:
© Copyright 2011 Commissione per le Adozioni Internazionali - Tutti i diritti riservati - Credits