Vai direttamente ai contenuti della pagina

COMUNICATO STAMPA: 4130 bambini adottati dalle coppie italiane nel 2010 (03/01/2011)

Il 2010 è stato l’anno con il maggior numero di adozioni realizzato dalle coppie italiane; è la prima volta infatti che è stata superato il numero di 4000: la Commissione, presieduta dal Sottosegretario Sen Carlo Giovanardi, ha rilasciato l’autorizzazione all’ingresso in Italia per 4130 bambini, provenienti da 58 Paesi (è in corso la verifica definitiva dei dati). Nel 2009 le autorizzazioni all’ingresso avevano riguardato 3964 minori: vi è stato pertanto un aumento del 4,2%.

 

Il primo Paese di provenienza è ancora la Federazione Russa con 707 minori, ma è stato particolarmente elevato l’aumento del numero dei bambini provenienti dalla Colombia, che sono stati 592 a fronte dei 444 del 2009. La Colombia è dunque il secondo Paese di provenienza, seguito dall’Ucraina con 426 adozioni, dal Brasile con 318, dall’Etiopia con 274, dal Vietnam con 251 e dalla Polonia con 193.

 

Significativo è l’incremento dei minori provenienti dall’America latina (+16,34%) e dall’Asia (+34,71%) malgrado le trasformazioni  interne in corso nei Paesi Vietnam, Nepal e Cambogia; 443 sono i minori provenienti da Paesi dell’Africa.

 

La regione con il maggior numero di adozioni è la Lombardia, ma si constata un significativo aumento delle adozioni nelle regioni meridionali, soprattutto in Campania.

 

Si constata infine l’aumento, rispetto agli anni passati, del numero dei decreti di idoneità rilasciati dai Tribunali dei minorenni seguiti dal conferimento dell’incarico ad un ente autorizzato: ciò costituisce una conferma della crescente consapevolezza e preparazione delle coppie che decidono di intraprendere l’iter adottivo.

 

Il rapporto statistico annuale sarà disponibile sul sito della Commissione nella prima settimana di febbraio.

 

E’ possibile consultare l’estratto cliccando sull’allegato.

 

Allegato: file in formato pdf

archivio

© Copyright 2011 Commissione per le Adozioni Internazionali - Tutti i diritti riservati - Credits