Vai direttamente ai contenuti della pagina

Cile

Cile
Continente
Dati principali
Nome completo:  Repubblica del Cile - República de Chile
Superficie:  756.096 Km²
Abitanti:  15.116.000
Densità:  20 ab/Km²
Forma di governo:  Repubblica presidenziale
Capitale:  Santiago (4.668.000 ab., 6.061.000 aggl. urbano) capitale amministrativa, Valparaíso (276.000 ab., 563.000 aggl. urbano) capitale legislativa
Gruppi etnici:  Bianchi e Meticci 95,5%, Amerindi 4,5%
Paesi confinanti:  Perù a NORD, Bolivia a NORD-EST, Argentina ad EST
Clima:  Tropicale - temperato - oceanico freddo
Lingua:  Spagnolo (ufficiale), idiomi amerindi
Religione:  Cattolica 52%, Protestante 11%, Atei/Non religiosi 6%, altro 31%
Moneta:  Peso cileno
cartina

Referenti per l'adozione

Autorità competente
Servicio nacional de menores (Sename)
Avenida Pedro de Valdivia n° 4070
Comuna de Nunoa Région Metropolitana
SANTIAGO DU CHILI - http://www.sename.cl/ 
 
Ambasciata d'Italia
Clemente Fabres  1050
Providencia – Santiago - http://www.ambsantiago.esteri.it/ 

Rappresentanza diplomatica in Italia
Ambasciata del Cile
Via Po, 23 00198 Roma - http://www.chileabroad.gov.cl/

Enti autorizzati operativi: ricerca ente per Paese

Normative e procedure

Il Paese ha ratificato la Convenzione de l'Aja n.33 del 29/05/93 il 13/07/1999; il 13/11/1999 è entrata in vigore.

Normativa vigente
• Legge n. 19.620 in materia d'adozione di minori, del 5 agosto 1999;
• Decreto n. 944 del 2000 del Ministero della Giustizia con cui si approva il Regolamento della legge n. 19.620, così come modificata il 16 marzo 2005.

Requisiti previsti dalla normativa locale per gli adottanti
• Essere sposati da più di due anni;
• età compresa tra i 25 e i 60 anni;
• differenza di età col minore di almeno 20 anni.

Requisiti relativi all'adottando
Può essere adottato un minore:
• consanguineo di uno degli adottanti;
• dichiarato adottabile a seguito di una decisione del giudice competente allorché:
   a) il padre e la madre siano dichiarati inidonei a prendersene cura;
   b) non hanno prestato alcuna attenzione personale, affettiva o economi-ca per un 
       periodo di almeno 6 mesi (se il minore ha meno di 2 anni il termine è ridotto a 
       3 mesi, se ha meno di 6 mesi è ridotto a 45 giorni);
   c) i genitori naturali abbiano dato il consenso all'adozione;
   d) il minore è affidato a un istituto o a un tutore che hanno manifestato la volontà
      di rinunciare agli obblighi legali.

La procedura
Il dossier della coppia inviato al Sename viene attentamente studiato e se accettato dà la possibilità di essere inseriti in lista di attesa.
Il Sename si occupa di proporre il minore alla famiglia e di presentare la loro domanda al tribunale di riferimento rispetto al domicilio del bambino.
All'arrivo della coppia in Cile viene stabilito un periodo di convivenza con il minore che può variare da 30 a 60 giorni; al termine di questo periodo il giudice si accerta del buon inserimento del bambino e generalmente nei successivi 15 giorni emette la sentenza di adozione ordinando la trasmissione degli atti agli uffici di stato civile per l'emissione del nuovo certificato di nascita.
I tempi medi di permanenza possono essere di circa 6/8 settimane.

Forma della decisione:   giudiziaria.

Effetti della decisione
• Interruzione dei legami di parentela con la famiglia biologica;
• Creazione di un legame di filiazione con la famiglia adottiva;
• Irrevocabilità.

Dati d'interesse

Dati sulla situazione dell'infanzia  (vedi tabella UNICEF)

Dati statistici riferiti all'ingresso in Italia dei minori:

Annon. bambini FemmineMaschiEtà media
20094525208
20105629277,8
20117343307,5

Le scadenze del post adozione:
2 relazioni semestrali nel primo anno a far data dalla sentenza straniera

Comunicati dalla Commissione

  • 01/04/2009 - Comunicato: Incontro con l’Autorità Centrale del Cile.
    Il 16 marzo 2009 la Commissione per le adozioni internazionali ha incontrato nella sede in Roma la signora Raquel Morales Ibañez, Capo del Dipartimento delle adozioni del Servicio Nacional de Menores del Cile, Autorità Centrale ai sensi della Convenzione de L'Aja del 1993.
© Copyright 2011 Commissione per le Adozioni Internazionali - Tutti i diritti riservati - Credits