Vai direttamente ai contenuti della pagina

Cambogia

Cambogia
Continente
Dati principali
Nome completo:  Regno di Cambogia - Reacheanachak Kampuchéa
Superficie:  181.963 Km²
Abitanti:  12.492.000 (stime 2001)
Densità:  69 ab/Km²
Forma di governo:  Monarchia costituzionale
Capitale:  Phnom Penh (920.000 ab.)
Gruppi etnici:  Khmer 93%, Vietnamiti 4%, Cinesi 3%
Paesi confinanti:  Thailandia a NORD e OVEST, Laos a NORD, Vietnam a SUD ed EST
Clima:  rientra nell'area monsonica, con stagioni delle piogge da maggio a ottobre e stagione secca da novembre a febbraio
Lingua:  Khmer (ufficiale), Francese
Religione:  Buddhista theravada 95%
Moneta:  Nuovo Riel cambogiano
cartina

Referenti per l'adozione

Autorità competente:
Ministero degli Affari Sociali, dei Veterani e della riabilitazione della Gioventù
 788, Monivong Blvd. - Phnom Penh - http://www.mosvy.gov.kh/

Ambasciata d'Italia competente
Bangkok (Thailandia) 399, Nang Linchee Road - http://www.ambbangkok.esteri.it/

Rappresentanza diplomatica del Paese estero per l'Italia
Cancelleria Ambasciata del Regno di Cambogia in Francia      
4, Rue Adolphe Yvon - 75116 Parigi  
tel. 0033 145074720   Fax 0033 145034740 - http://www.ambcambodgeparis.info/

Enti autorizzati operativi: ricerca ente per Paese

Normative e procedure

Il Paese ha ratificato la Convenzione de l'Aja n.33 del 29/05/93 il 06/04/2007; il 01/08/2007 è entrata in vigore.

Normativa vigente
• Legge sull’adozione internazionale NS/RKM/1209/024 del dicembre 2009;
• Codice Civile, Royal Kran n. NS/RKM/1207/030 dell’8 dicembre 2007;
• Legge sulla cittadinanza del 20 agosto 1996;
• Legge sul Matrimonio e sulla Famiglia, del 20 luglio 1989 (titolo IV);
• Sotto-decreto n°29 del 14 marzo 2001 relativo all'adozione di un bambino appena nato o di un bambino orfano da parte di cittadini stranieri.

Requisiti previsti dalla normativa locale per gli adottanti
• Possono adottare coppie di età compresa tra i 30 e i 55 anni, senza figli o con non più di un figlio;
• non è possibile adottare più di due bambini.

Requisiti relativi all’adottando
• Sono adottabili i bambini al di sotto degli 8 anni di età;
• i minori devono essere iscritti nei registri del Ministero competente da almeno sei mesi;
• i minori devono trovarsi da almeno tre mesi in un orfanotrofio statale o in un centro accreditato dal Ministero competente.

La procedura

Il Paese non ha ancora ripreso le procedure di adozione internazionale, attualmente sospese per consentire l'adeguamento del sistema alla nuova normativa, adottata dal Parlamento cambogiano alla fine del 2009, pertanto le indicazioni relative alla procedura verranno pubblicate dopo la effettiva ripresa della adozioni.


 Forma della decisione: amministrativa

 Effetti della decisione: interruzione dei legami precedenti l'adozione

Dati d'interesse

Dati sulla situazione dell'infanzia  (vedi tabella UNICEF)

Dati statistici riferiti all'ingresso in Italia dei minori: 

Annon. bambini FemmineMaschiEtà media
20095016343,5
20108522634,6
2011425373,0

Le scadenze del post adozione:
un rapporto informativo all'anno a far data dall'ingresso in Italia con il minore fino al compimento del 18° anno di età.

Comunicati dalla Commissione

  • 28/07/2011 - COMUNICATO: Aggiornamento sulle adozioni in Cambogia
    In occasione della missione a Phnom Penh per presenziare al Seminario conclusivo del programma di cooperazione avviato due anni fa con il Regno di Cambogia, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sen. Carlo Giovanardi, Presidente della Commissione per le Adozioni Internazionali, e il Ministro del Regno di Cambogia per gli affari sociali, Ith Samheng, hanno sottoscritto l’accordo previsto dalla normativa cambogiana ai fini dell’accreditamento delle organizzazioni straniere autorizzate ad operare nel campo delle adozioni internazionali. Per effetto di questo accordo, tutti gli otto enti italiani già operativi in Cambogia potranno riprendere le loro attività nel Paese, non appena le autorità locali decideranno di riavviare le procedure di adozione internazionale, attualmente sospese fino alla data del 1° aprile 2012 per consentire l’adeguamento del sistema alla nuova normativa, adottata dal Parlamento cambogiano alla fine del 2009 (cfr. il comunicato del 10 maggio 2011). Nel corso del seminario, cui hanno presenziato oltre 120 partecipanti (rappresentanti dei Dipartimenti provinciali degli affari sociali e dei servizi sociali dei Comuni cambogiani, direttori di istituti che hanno collaborato alle attività di sperimentazione, rappresentanti del Ministero dell’interno, i vertici del Ministero degli Affari sociali, dei Veterani e della Riabilitazione del Regno di Cambogia, i presidenti degli enti italiani accreditati ed i loro collaboratori cambogiani ed i rappresentanti della Commissione) sono stati approfonditi i temi di maggiore rilievo in materia di formazione degli operatori e di promozione dei diritti dei bambini, oggetto del programma di cooperazione.Tutte le componenti hanno espresso apprezzamento per i risultati conseguiti e si sono impegnati a proseguire la collaborazione per la migliore attuazione della Convenzione de L’Aja.
  • 11/05/2011 - COMUNICATO: Aggiornamento sulle adozioni in Cambogia
    Abbiamo ricevuto in data odierna dall’Ambasciata d’Italia a Bangkok copia del messaggio del Ministero degli Affari Esteri del Regno di Cambogia in data 6 maggio 2011, inviato a tutte le missioni diplomatiche accreditate, con il quale si comunica la decisione di differire al 1° aprile 2012 l’accettazione dei nuovi dossier di adozione internazionale. Secondo quanto esplicitato nel messaggio, tale decisione delle autorità cambogiane mira a consolidare il processo di adeguamento del sistema alla nuova normativa. La Commissione ha raccomandato a tutti gli enti di prendere immediatamente contatto con le coppie in attesa della riapertura del Paese e di verificare con loro le soluzioni alternative.
  • 16/03/2011 - Comunicato: Aggiornamento sui rapporti con la Cambogia
    Il 14 marzo il Ministro Cambogiano degli Affari Sociali Ith Sam Heng ha riscontrato positivamente la lettera del Presidente Giovanardi del 10 febbraio 2011 con la quale si richiedeva l’accreditamento, ai sensi della nuova legge sulle adozioni, degli otto enti italiani autorizzati e già operativi nel Paese. Si tratta di un grande successo della linea italiana e del concreto riconoscimento dell’azione di primo piano svolta dalla Commissione e dagli enti nel sostenere la Cambogia nell’implementazione della Convenzione de L’Aja.
  • 16/03/2011 - Comunicato: Aggiornamento sui rapporti con la Cambogia
    Il 14 marzo il Ministro Cambogiano degli Affari Sociali Ith Sam Heng ha riscontrato positivamente la lettera del Presidente Giovanardi del 10 febbraio 2011 con la quale si richiedeva l’accreditamento, ai sensi della nuova legge sulle adozioni, degli otto enti italiani autorizzati e già operativi nel Paese. Si tratta di un grande successo della linea italiana e del concreto riconoscimento dell’azione di primo piano svolta dalla Commissione e dagli enti nel sostenere la Cambogia nell’implementazione della Convenzione de L’Aja.
© Copyright 2011 Commissione per le Adozioni Internazionali - Tutti i diritti riservati - Credits