Decreto Ministro Pari Opportunità e Famiglia prof.ssa Elena BONETTI. Approvazione dell'Avviso pubblico per il contributo a favore degli enti autorizzati di cui all'art. 39 ter delle Legge 184/1983.

La Segreteria Tecnica della CAI pubblica oggi il Decreto della Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, con l’allegato Avviso pubblico, per il rimborso delle spese indifferibili sostenute dagli enti autorizzati nel periodo di emergenza da Covid19.  Il Decreto è stato registrato dalla Corte dei conti con n. 1793 apposto in data 10 agosto 2020.

L’avviso è rivolto agli Enti autorizzati di cui all’art. 39-ter della legge n. 184/1983 che: operino in Paesi in cui la normativa prevede l’adozione internazionale e non abbiano sospeso le adozioni internazionali; abbiano concluso adozioni o abbiano ricevuto incarichi nei due anni precedenti a quello di presentazione della domanda; non risultino destinatari di ordini di recupero pendenti per effetto di una precedente decisione della CAI o risultino in regola con la restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca dei contributi concessi; non siano stati assoggettati a liquidazione coatta amministrativa in base al d. lgs. n. 112/2017; possiedano la capacità di contrarre con la pubblica amministrazione; non abbiano commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali ed assistenziali, nonché ad obblighi tributari e fiscali.

Gli Enti in possesso dei requisiti sopra elencati potranno accedere al contributo a condizione che l’ammontare delle entrate relative alle adozioni del mese di aprile 2020 abbia registrato complessivamente una diminuzione di almeno un terzo rispetto all’ammontare delle entrate relative alle adozioni del mese di aprile 2019.

Sono ammessi a contributo i costi indifferibili, correlati all’attività di supporto alle adozioni internazionali, sostenuti dai richiedenti nel periodo dal 1° febbraio 2020 fino al 31 luglio 2020, fatte salve eventuali proroghe motivate dal protrarsi dello stato di emergenza dichiarato con la delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2020.

I costi saranno ammessi al contributo solo se già sostenuti dall’ente al momento della presentazione della domanda

L’elenco tassativo dei costi ammessi a contributo è indicato all’art.3 dell’Avviso cui si rinvia.

L’importo massimo erogabile, onnicomprensivo di ogni spesa ed onere, è pari a euro 50.000,00 per ciascun Ente. In ogni caso, l’importo erogabile non potrà eccedere la differenza (risultante dalla documentazione contabile) tra le spese sostenute e le entrate percepite, a qualsiasi titolo, dall’ente dal 1° febbraio 2020 al momento della presentazione della domanda.

Le domande, a pena di inammissibilità, dovranno pervenire tramite il sistema informativo “SVEVA-Gestionale Enti” e potranno essere presentate dalla data di pubblicazione del presente Avviso sul sito istituzionale della CAI e fino al 31 agosto 2020. Non saranno prese in considerazione le istanze pervenute al di fuori del termine sopra indicato.

E’ possibile inviare quesiti esclusivamente tramite il sistema Sveva indicando nell’oggetto “Avviso per il sostegno agli Enti autorizzati”. Le risposte a quesiti di interesse generale saranno pubblicate periodicamente sul sito internet http://www.commissioneadozioni.it/.

Il Responsabile unico del procedimento è il Coordinatore del Servizio Affari amministrativi e contabili, Dott.ssa Adriana Raffaele.

Ogni altra utile informazione per la presentazione della domanda è riportata nel DM, nell’Avviso e nei relativi allegati.

12-08-2020


Link ed allegati