COMUNICATO PER LE FAMIGLIE ADOTTIVE IN COLOMBIA

La CAI è consapevole della complessità della situazione attualmente affrontata dalle famiglie in attesa di poter partire per Colombia e continua il quotidiano lavoro in stretto contatto con tutte le Istituzioni e Autorità coinvolte con un confronto frequente nei tavoli istituzionali con gli Enti autorizzati.

Nell’ambito dei rapporti tra Autorità Centrali, l’Istituto Colombiano di Bienestar Familiar (ICBF) ha dimostrato molta collaborazione nel facilitare le procedure di adozione internazionale.

Le coppie hanno già iniziato, come previsto dall’ICBF, i primi contatti con i minori in modalità skype o altri strumenti informatici, prima del viaggio per la Colombia.

La Colombia è stata in lock-down fino al mese di agosto e i collegamenti sia interni sia internazionali stanno lentamente riprendendo; tuttavia trattandosi di decisioni interne del Paese si attendono le informazioni ufficiali dalle Autorità colombiane.

La CAI ha avviato contatti con le autorità diplomatiche colombiane in Italia per un auspicabile confronto al fine di individuare possibili soluzioni alle criticità emerse, in particolare riguardanti la concessione dei visti alle coppie italiane che vorranno recarsi nel Paese in relazione alle procedure adottive.

 

Ribadiamo che è sempre fondamentale che le famiglie siano in costante contatto con gli Enti di riferimento che sono puntualmente informati dell’evolversi di ogni situazione.

25-09-2020